•  

     

  •  

     

  • RSS spiritum.it

  • « | Home | »

    Coca Cola Zero Vs. Coca Cola Light

    By matteo | July 13, 2008

    Dopo la ventiquattresima volta che mi sento rivolgere una domanda ho deciso di scrivere qualcosa al riguardo per fare un pò di chiarezza.

    La domanda è:
    "Ma che differenza c’è tra Coca Cola Zero e Coca Cola Light?"

    Ogni volta che scendo al barettino aziendale a prenderne una mi trovo sempre qualche collega che mi fa questa od altre domande simili.

    Per chiarezza:
    – Sono tutte e 2 senza zuccheri
    – Sono tutte e 2 senza calorie

    La differenza sostanziale è che la Coca Zero ha un gusto più simile a quello della Coca Cola tradizionale (con zucchero).

    E quando dò questa risposta spesso mi sento dire:
    "Ma anche la Coca Cola Light ha il gusto uguale a quello della Coca Cola tradizionale".

    Invece no, la Coca Cola Light ha un gusto molto diverso rispetto a quello della Coca Cola tradizionale. Fra l’altro io non ho un senso del gusto estremamente sviluppato, ma vi posso assicurare che la differenza c’è. Molti, soprattutto le donne, se ne accorgono subito, altri hanno bisogno di bere le due bevande insieme (una dopo l’altra), e facendolo vi posso assicurare che la differenza è netta.

    Ma detto questo, perchè l’argomento mi interessa così tanto?

    E’ presto detto! Stiamo parlando di una delle più grandi multinazionali al mondo, una delle poche aziende che si possano dire veramente globalizzate (seppur con peculiarità locali), e di un’azienda che ha commesso quello che è stato definito "l’errore di Marketing del secolo".
    Ecco perchè un lancio di nuovo prodotto da parte di questa azienda desta in me estreeeeeeeeeeemo interesse!!

    Vi riepilogo qui sotto un pò di dati sul chi è The Coca Cola Company, sul suo enorme potere, e sulla sua storia recente.

    Cominciamo dai fatti interessanti: L’errore di marketing del secolo!
    Centinaia di Milioni di dollari (stando bassi, c’è chi ritiene siano MILIARDI DI DOLLARI) buttati nel cesso. Coca Cola, ormai molti anni fa, stava pensando ad un nuovo prodotto, migliore di quello che era sul mercato a quei tempi, dal gusto più buono. Riuscì a sviluppare il prodotto, ed aveva realmente un gusto fantastico, molto meglio del prodotto che era a quei tempi sul mercato. Fecero per sicurezza anche i test sui consumatori ovviamente. Si chiamano Blind Test, ovvero Test Ciechi. Vengono fatti assaggiare ai consumatori bevande in lattine neutre, cioè senza marchi che riescano ad identificare. Risultato? La nuova bevanda, cioè la nuova Coca Cola, surclassava la vecchia Coca Cola. Era nettamente più buona.
    Quindi l’azienda lanciò con grande enfasi il nuovo prodotto (enfasi = milioni di dollari): la New Coke. Questo prodotto rimpiazzava la Coca Cola tradizionale, essendo simile ma molto più buono.

    Risultato?

    Sommossa popolare! Manifestazioni contro la nuova bevanda! Un incredibile errore. Il punto è che la Coca Cola è un tale elemento radicato nella vita di ognuno, un punto fermo, uno standard, qualcosa a cui si è quasi affezionati, che non deve mai cambiare, neppure in meglio. Beh, la Coca Cola dovette ritirare il prodotto e tornare alla vecchia formulazione della bevanda. E parliamo come detto di una quantità di denaro buttata pari al PIL di un piccolo stato.

     

    Il potere della The Coca Cola Company
    Voi pesate che Bill Gates sia potente? Certo, ma anche l’aziendina The Coca Cola Company dice la sua.
    Alcuni dati:

    – Oggi l’azienda di marca è in difficoltà rispetto al potere della distribuzione. Esempio a caso: è chiaro che il coltello dalla parte del manico ce lo ha Coop nei confronti di Fiorucci. Immaginate cosa può succedere se Coop vi caccia fuori dai suoi scaffali, per molte aziende sarebbe il fallimento. In un mondo così, ci sono solo pochi fortunati che hanno un marchio o un prodotto che ribalti questa condizione di potere. Sono quei prodotti che se non trovati in un punto vendita, fanno cambiare al consumatore la scelta del punto vendita. La Coca Cola è uno di questi prodotti: alcuni consumatori se non la trovano non è che prendono un fruttino o una Red Bull, ma vanno a far la spesa in un posto dove ce l’anno. Quindi sempre per fare un esempio ecco che tra Coop e Coca Cola il potere ce l’ha Coca Cola, infatti Coop non può permettersi di non avere la Coca Cola a scaffale.

    – Pensate che la Coca Cola è così radicata nella testa della gente, che sono state fatte indagini e all’uscita degli stadi se si chiede: Ti ricordi le pubblicità a bordo campo? Il primo prodotto citato è Coca Cola. E voi direte, niente di strano. Il punto è che la pubblicità della Coca Cola non c’era!!!

    – Non so il fatturato della The Coca Cola Company, e non mi voglio neanche prendere la briga di andarlo a guardare sul suo sito, ma penso sia una cifra spaventosa. Basti pensare a quanta ne bevo io, più 2 o 3 miei amici, e quanta ne va a finire nei Coca e Rum. Comunque per chi non lo sappia The Coca Cola Company possiede centinaia di marchi tra cui questi:
    Coca Cola
    Fanta
    Sprite
    Aquarius (in pubblicità ora in Italia)
    Burn
    Minute Maid
    Oasis
    Powerade
    ……. per dirne solo alcuni (avete l’idea del fatturato di 1 solo di questi???).

    – Il mercato è una guerra. Voi pensate che The Coca Cola Company abbia solo dei marchi ma non abbia la determinazione per aggredire il mercato? No no, The Coca Cola Company è attiva eccome con tutti i mezzi per primeggiare, costruire barriere di difesa delle posizioni di leadership acquisite, e mette in atto tutte le misure commerciali e di marketing per vincere la guerra. Infatti l’Antitrust si è occupato più volte dell’attività di Coca Cola per verificare l’abuso di posizione dominante.
    Ad esempio Pepsi nel mercato dei bar/ristoranti lamentava che Coca Cola dava in comodato d’uso gratuito le sue Spine, in modo da fidelizzare in modo assoluto il cliente che dopo non poteva agevolmente cambiare marca (ricordo che si può fare se sei piccolo, ma non se sei leader nel mercato di interesse). O mi ricordo che Esselunga lamentava le condizioni di spazio a scaffale che Coca Cola imponeva e che erano così pressanti che rendevano antieconomica la presenza a scaffale. Nota: avevo i documenti di queste 2 cause dell’antitrust, ma non li trovo più, vorrei solo sottolineare che sono quasi certo che le cause fossero in questi termini, ma esiste qualche remota possibilità che io mi sia sbagliato, quindi non prendetele come oro colato. Il senso comunque sia chiaro, The Coca Cola Company, lavora eccome per spingere i suoi prodotti, ha potere, lo sa, e lo sfrutta.

    Ma torniamo al punto, questa era solo una digressione per far capire il perchè del mio interesse nel lancio di un prodotto: qui parliamo di un gigante dell’economia, che quando si muove fa rumore, e che può andare contro alle leggi dell’economia.

    Quando ho visto il lancio della Coca Cola Zero mi sono detto: e la Coca Cola Light? La tolgono dal mercato? E poi mi sono ricordato che pochi giorni prima avevo visto pubblicità della Coca Cola Light. Quindi era chiaro che rimaneva sul mercato. E allora, come si spostano i posizionamenti dei prodotti? Un bel casino.

    Ricordo che il fatto che si lanci un prodotto simile a un altro e si tenga anche sul mercato quello vecchio non è esattamente comune.

    Infatti già ai tempi del lancio della Coca Cola Light ricordo che c’era il problema della cannibalizzazione di vendite tra Coca Cola Light e Coca Cola normale. Ora con un terzo soggetto (la Coca Cola Zero), la cannibalizzazione dove sarà? Staremo a vedere!

    Comunque tornando al posizionamento dei vari prodotti. E’ chiaro come la Coca Cola Zero sia nata per tutto il movimento senza zuccheri che c’è su diversi prodotti. Però a parte il gusto, che comunque è la differenza principale, dov’è il dunque del prodotto. Il mio parere è che sia il fatto che non è "light", oggi su molti prodotti si cerca di farli light ma senza chiamarli light, light fa pensare a meno buono, adatto solo per chi vuole sacrificare qualcosa. Oggi si cerca di puntare sul gusto! GUSTO è la parola chiave di oggi, senza dubbio.

    Quando è cominciata? Yogurt Muller. Fate l’amore con il sapore. E’ arrivato dal nulla ed ha rubato quote di mercato a tutto spiano a tutti gli altri che stavano a menarsela col "è magro", "0,1% di grassi", "tutta snella", ecc ecc.

    Lì c’è stata la rivoluzione epocale, tutti l’anno copiata, si fanno prodotti light ma si punta sul gusto!!!!!!!! E non chiamateli light!

    Quindi Coca Zero serve per intercettare il segmento in crescita del "senza zucchero", però cercando di non passare per "light", è buona uguale alla coca normale! (la pubblicità delle lingue che bevono la Coca Cola Zero ovviamente richiama al gusto).

    Invece ricordo che prima del lancio della Coca Cola Zero ci sono state alcune settimane di pubblicità televisiva della Coca Cola Light, e diceva: per tutti quelli a cui piacciono le cose nuove… , a chi piace provare cose diverse.., ecc. Quindi qui io non saprei come definire il posizionamento di questa bevanda. Esclusi i pochi dal senso del gusto molto sviluppato che riescono ad apprezzarne il gusto, direi che sia proprio una bevanda per chi vuole fare il diverso, chi si vuole distinguere, e a parer mio se tra le 3 coche a disposizione scegli la Coca Cola Light non sei molto sicuro di te e affermato, ed hai bisogno di una Coca Cola Light per affermare che sei diverso (nessuno si offenda, scusate).

    Detto tutto, qual è l’unicità della manovra della Coca Cola? E’ che tiene come referenze attive sia la Coca Cola Light che la Coca Cola Zero. Ricordo che i 2 mercati principali sono la GDO (per capirci ipermercati e supermercati) e i Bar/ristoranti/discoteche/ecc, in GDO devi pagare per avere un prodotto in più a scaffale, e negli altri mercati sei fortunato se ne hanno il posto per 1 delle 2 referenze.

    Quindi The Coca Cola Company sfrutta il suo immenso potere contrattuale e di marca per tenere attive 2 referenze, molto sovrapposte come terget, nel segmento del Senza Zucchero e Senza Calorie!

    Topics: Marketing | 47 Comments »

    47 Responses to “Coca Cola Zero Vs. Coca Cola Light”

    1. baldo Says:
      July 14th, 2008 at 12:03 am

      la “zero” è stata lanciata per raggiungere il pubblico maschile, perchè la “light” era percepita come dietetica, e quindi rivolta alle donne. Così mi spiegò un amico che lavora in Cocacola… ma in Ungheria, non so se fosse affidabile 🙂

    2. giorgia Says:
      July 15th, 2008 at 2:29 pm

      Io che so’ femminuccia, non solo sento la differenza di gusto, ma rispondo anche metabolicamente in modo diverso: se bevo al Zero me sento male. Sia chiaro, non intendo dire che sia cattiva, semplicemente che qualche differenza oltre al mero gusto ci dev’essere, perché ogni volta che provo a berla poi mi scatta il nervosism – e non per modo di dire, sento proprio i nervi a fior di pelle, ma non so se questo càpiti solo a me…

    3. matteo Says:
      July 19th, 2008 at 3:23 pm

      Per me comunque stanno facendo un bel deciso riposizionamento di tutta la linea, o meglio un lavoro per il futuro adeguandosi agli emergenti gusti e consumi!!

      Ad esempio avete visto la pubblicità della coca cola classica che passa ora in tv in Italia?

      Punta sul salutismo!!! (dice che è fatta solo con ingredienti naturali)(nota: i veleni più potenti al mondo sono tutti ingredienti naturali).

      Una cosa decisamente inaudita sulla coca cola!!

    4. miss takes Says:
      July 26th, 2008 at 12:42 am

      concordo con giorgia, anche a me la zero proprio non piace. sono abituata a bere coca cola light e, per dire, se ad una cena trovo la coca cola normale o la zero piuttosto bevo l’acqua. è vero, è una questione di gusto, sono molto diversi.

      cosa che non c’entra con il post: a me lo yoghurt muller fa schifo. è PESANTISSIMO, lo digerisco il giorno dopo..al secondo cucchiaino sei già sazio.

    5. Coke-Fan Says:
      August 1st, 2008 at 3:31 pm

      La coca-cola light (o diet coke) fu lanciata nel lontano 1982 ed aveva una ricetta di origine diversa da quella della coca-cola ed inoltre era priva di zuccheri semplici ed utilizzava l’aspartame come dolcificante… visto che la diet-coke aveva avuto un discreto successo pensarono bene di riproporla, nel 1985, con l’aggiunta di zuccheri al posto del dolcificante (ecco cos’era la New Coke)…
      la coca-cola zero invece è identica alla coca-cola originale ad eccezione del contenuto di zuccheri…
      quindi la zero e la light sono due cose diverse, un po’ come una coca ed una pepsi 🙂

    6. giusy Says:
      August 18th, 2008 at 10:44 pm

      Concordo sulla distinzione tra “donna” e “uomo” nei rispettivi prodotti light e zero; infatti anche le pubblicità sono nettamente indirizzate a due pubblici diversi, se le riguardate di vede chiaramente il target.
      Infine, date un’occhiata a questo link (http://www.molecularlab.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=3995)

    7. Giuly Says:
      August 26th, 2008 at 9:59 pm

      sarà… ma io che sono donnina riconosco senza vedere il marchio (parlo di bibite alla spina e di bottiglie: prove fatte sia nei bar in “solo” sia per convincere gli amici) la zero, la light e la pepsi, con l’unica differenza che non distinguo la normale dalla zero (in realtà si sente un pelo più di retrogusto dolciastro, come se fosse stata sgasata, nella zero)… L’idea secondo me è geniale: va a colpire quella fetta di mercato che non vuole cambiare il gusto della coca cola normale e bere la light (molto più dolce e con un sapore “falsato”) ma non può permettersi di bere litri di una bevanda che fa 200 kcal a bicchiere. Visto l’aumento delle persone che badano al proprio aspetto fisico e l’aumento dell’informazione relativa ai rischi cardiovascolari legati al sovrappeso, credo che l’operazione di merchandising sia un vero colpo di genio! mi spiego meglio: non hai cambiato fin’ora perchè non vuoi rinunciare al gusto? bene! io ti permetto di consumare mille volte di più perchè ti do lo stesso gusto ma non le tanto odiate calorie! non sarai scontento perchè ti vivrai la vita allo stesso modo, anzi di più…
      Sono semplicemente geniali!
      (inutile dire che adoro la zero…)

    8. Fabio Says:
      August 27th, 2008 at 11:11 am

      Vi risulta che la Coca-cola light sia differente a seconda del Paese in cui si consuma? Per dire, io vivo in Spagna e sono “quasi sicuro” che la Coca-Cola Light spagnola è diversa da quella italiana. Infatti in Italia mi faceva schifo e qui bevo solo Light…

      Seconda cosa: Il lavoro ideale è fare marketing alla Coca-Cola: basta non cambiare la formula ed i colori ed è fatto. Puoi non fare la pubblicità, puoi fare le promozioni che vuoi, i concorsi che vuoi, quello che ti pare ed avrà successo, ormai è un podotto che si vende da solo…

    9. sarmizegetusa Says:
      November 3rd, 2008 at 6:00 pm

      (ricorderei anche che la Coca Cola Company spesso e volentieri uccide i sindacalisti in Colombia)

      Bellissima la storia della NEW COKE!

    10. Ste Says:
      November 27th, 2008 at 6:12 pm

      Ciao….due errorini ci sono in questa tua disserzione…

      Te lo dico perchè lavoro per Coca Cola…

      La coca cola light, non è senza zucchero, ma senza calorie, in quanto l’edulcorante sempre zucchero è.

      Beltè e Oasis nn sono di proprietà di coca cola, e Minute Maid è stato rimpiazzato da AMITA, ottimi succhi di frutta. In più ci sono Fruit Cooler, Beverly(aperitivo) e Kinley (acqua tonica)…

      Altro errore nella questione antitrust. Esselunga, e soprattutto il suo presidente Caprotti, ha fatto causa a Coca Cola HBC (segmento italiano ed imbottigliatore per TCCC) ed ha vinto. Questo perchè sosteneva che, da quando in larga parte d’Italia, Coca Cola aveva iniziato a fare vendita diretta (DSD) agli esercizi commerciali del canale HORECA, i prezzi di vendita avrebbero dovuto essere maggiorati rispetto a quelli pagati dai supermercati.

      In poche parole, per rendere l’idea: se all’Iper, una lattina la paghi 0,31/0,34 centesimi, io a te (bar, risotrante etc) la vendo a 0,395 piu IVA al 20%….Una botta astronomica!!!!

      Ora capisci quanto è difficile il mio lavoro, visto che quando dico che vendo Coca Cola, tutti mi dicono:”Eh bella forza, la coca cola ce l’hanno tutti…..”

      Ciao, e complimenti per l’articolo

    11. Ste Says:
      November 27th, 2008 at 6:16 pm

      Tra l’altro leggendo i commenti un paio di appunti:

      E’ vero, LIGHT è per le donne, se guardi il colore è bianco, ZERO è per l’uomo (nero) perchè anche l’uomo sente il bisogno di prodotti light ma evita un prodotto da sempre destinato alle donne. FABIO è vero in Spagna la Coca cola è diversa, ti spiego perchè: sai che la coca cola è fatta in parte da caramello, per cui, questa percentuale varia in alcuni paesi (spagna e germania soprattutto) per andare incontro al gusto nazionale….

    12. spiritum Says:
      December 2nd, 2008 at 2:33 pm

      Per Ste:

      Dici che la coca light è con zuccheri.
      Gli edulcoranti della coca cola light non sono zuccheri a quanto ne so io: sono sostanze artificiali. Ma su questo si può disquisire. Non si può invece disquisire sul fatto che la coca cola light ha i requisiti per essere per normativa europea definita “senza zucchero”.

      Per i marchi Beltè e Oasis che ho citato come proprietà della The Coca Cola Company, sono stati presi dal sito ufficiale della The Coca Cola Company, quindi mi sa che come fonte mi sembra più che attendibile.

      Per la questione dell’antitrust probabilmente io e te ci riferiamo a 2 cause diverse, mi sa che alla Coca Cola minimo gliene hanno fatte decine e decine di cause davanti all’anti trust.

      Ciao!!

    13. Stefano Says:
      January 28th, 2009 at 7:23 pm

      Non hanno lo stesso posizionamento, e questo al di la’ del fatto che una e’ femminile, l’altra maschile.
      Ma soprattutto sono diverse nell’unica cosa che conta nel food&beverage: il gusto.
      La Coca Cola Zero e’ quella senza calorie che ha “quel gusto li'” (e sa quasi di Coca)
      La Coca Cola Light e’ quella senza calorie (o zuccheri, o comunque light) che ha “quel gusto la'” (che e’ diverso dalla Coca).

      P.S. Per Belte’ mi sa che c’ha ragione lui, e’ di Nestle’, via San Pellegrino. Al piu’ ha un’accordo (credo di distribuzione) su Nestea, sempre con Nestle’.
      Punto.

      Poi che Coca Cola stia facendo casino con il posizionamento del prodotto capostipite e’ altra questione, da imputare in parte ad una certa infatuazione verso i trend del momento (autenticita’, ingredientistica e altre fregnacce) e in parte, sopratutto, al fatto che e’ ormai una marca talmente iconica da non significare altro all’infuori di se’ stessa. E quindi e’ molto piu’ difficile raccontarci su una storia.

    14. Anna Says:
      February 4th, 2009 at 5:02 pm

      Non so se è per il fatto che io sia una donna o se questo non c’entra nulla, comunque la differenza di gusto tra la coca cola zero e quella light è molto evidente: infatti, la light lascia in bocca un retrogusto dolciastro (non molto piacevole, a mio parere), mentre la zero non presenta questo inconveniente…per questo la preferisco!

    15. giuseppe scienziato pazzo Says:
      April 25th, 2009 at 12:07 pm

      avete notato che nella coca cola light non viene usato il ciclamato di sodio come edulcorante? Nella zero è presente nonostante in america sia vietato. Ciao, e occhio alle etichette quando si confrontano i prodotti!
      Ciao

    16. Bruins Says:
      August 6th, 2009 at 6:31 pm

      La differenza è nelle dosi dei componenti,visto che li abbiamo analizzati in laboratorio (ok,lo ammetto: fancazzo parecchio sul lavoro,ma essendo uno dei responsabili,sticà). L’unica differenza palese è il benzoato di sodio che,purtroppo,in determinate condizioni (esposizione al sole diretto,fonte di calore) può risultare pericolosamente cancerogene a certe dosi. Conoscendo le modalità di trasporto,esposizioni e sbalzi di temperature dei prodotti,lo eviterei.

    17. Alessandro Says:
      February 22nd, 2010 at 12:04 am

      che le donne sia naturalmente predisposte a percepire maggiormente la differenza di gusto al palato trà la “CocaCola Light” e la “CocaCola ZERO” credo sia molto discutibile, (è come se noi uomini fossimo allo stesso modo più predisposti a riconoscere la differenza trà la CocaCola Classica e quella “SenzaCaffeina”) ..mi darebbe da pensare! Io bevo CocaCola Light ma anche la Zero, non sono un fumatore e non consumo alcolici, allo stesso tempo però non posso dire di avere la finezza di un sommelier, in breve posso però dirvi che se bevo esclusivamente “CocaCola Zero” non riesco a cogliere significative differenze rispetto alla “Light”, a patto però che non beva una subito dopo!
      infatti solo assaggiandole in sequenza riesco a notare marcate differenze: La Zero ha un tipo di dolcezza più forzata, anche dopo averla ingerita infatti persiste per qualche attimo al palato. (un pò ciò che accade con l’aspartame) in linea di massima cmq. è ancora meno dolce della Light!
      Consumo CocaCola quasi esclusivamente in vetro (sono un nostalgico) devo dire alla fine che si tratta certamente di questione di gusti è vero, ma in fondo in fondo non venite a dirmi che anche il decaffeinato del BAR ha lo stesso sapore dell’espresso tradizionale, non sarebbe vero. La CocaCola Light è sicuramente migliore della ZERO e dopo che la si consuma spesso, non si scorge più alcuna grande differenza rispetto la Classica Coca Cola è sicuramente la più somigliante, tanto che a volte mi chiedo davvero se ciò che viene promesso viene davvero mantenuto, poichè in questo caso per i consumatori l’importanza non è il sapore, ma l’assenza di CALORIE, sarà vero?

    18. Minni Says:
      March 12th, 2010 at 11:36 am

      L’articolo è interessante, bravo!
      un solo errore da correggere:

      Il potere della The Coca Cola Company

      La Coca Cola è uno di questi prodotti: alcuni consumatori se non la trovano non è che prendono un fruttino o una Red Bull, ma vanno a far la spesa in un posto dove ce “l’anno” ( l’hanno).

    19. matteo Says:
      April 5th, 2010 at 5:00 pm

      Oooops!!

    20. lucia Says:
      April 9th, 2010 at 9:22 pm

      e quindi? io ho googlato per cercare differenze tra coca light e coca zero.
      La questione mi interessa molto perchè, fino a quando non ho letto attentamente le etichette (sorprendentemente identiche…) ero convinta che la light facesse “meno male” della zero. E quindi permettevo a mia figlia, dodicenne, di bere la light ma non la zero, Invece, a quanto pare devo ricredermi..? Mi è chiaro che la differenza la fanno i dosaggi dei vari ingredienti, ma chi mi sa spiegare bene la questione dei fattori cancerogeni?
      E inoltre…secondo voi, perchè i dietologi sconsigliano di berla (sia light che zero) durante una dieta per riduzione del peso, pur essendo senza calorie??

      Infine, solo per cronaca, concordo con il gusto troppo dolciastro della light. IO bevo e ADORO la coca Zero!!! gusto secco, deciso, senza retrogusto.
      🙂

    21. jr Says:
      June 21st, 2010 at 9:33 pm

      anche io ero convintissimo che la zero fosse un miglioramento della light per avvicinarla al gusto della classica, ed ero convinto di poterla riconoscere. poi con altre 5 persone abbiamo fatto un blind tasting: un disastro, nessuno ha beccato niente e spt tutti rispondevano con molta sicurezza: provare per credere (ma con onestà). alla fine la risposta giusta è: la light la bevevano le femmine, ed allora si sono inventati la zero per il pubblico maschile, e per qualche femminuccia un po’ maschiaccio.

    22. Jacopo Says:
      August 22nd, 2010 at 10:19 pm

      il problema si risolve facilmente: NON BEVETE COCA COLA! è una mistura di sostanze poco salutari (se nn dannose) per l’organismo! bevetevi un the fatto in casa, un bicchiere di latte senza grassi o una spremuta..ma la coca cola e i suoi “cugini” non fanno mai bene al corpo

    23. Jacopo Says:
      August 22nd, 2010 at 10:22 pm

      e inoltre l’ASPARTAME è cancerogeno..utilizzato per dolcificare mantenendo minimo l’apporto calorico..una porcheria insomma..l’ho assaggiata prima giusto per capire..e sn giunto alla conclusione che posso continuare a non berla cm ho fatto per 25 anni..guardate, meglio una birra

    24. Alfonso Says:
      September 25th, 2010 at 8:26 pm

      Ho appena provato la Coca COla Zero, la trovo buonissima! la differenza (se c’è differenza) è proprio minima e cmq facendo delle prove non sono riuscito a capire in quale bicchiere c’era la Zero. La light invece non mi piace proprio. Ho un solo dubbio, ma davvero bevendo la Coca COla Zero non si ingrassa? ci tengo molto alla linea e pratico molto sport e da tempo avevo escluso dalla mia dieta l’assunzione di bibite gassate. Ora vorrei togliermi lo sfizio di bere coca cola più spesso…qualcuno è in grado di rispondermi?

    25. matteo Says:
      September 28th, 2010 at 6:57 pm

      Per Alfonso:
      Assolutamente NON si ingrassa bevendo coca cola zero (è sufficiente guardare quante calorie ha, cioè praticamente zero).

    26. RaffaTassi Says:
      October 2nd, 2010 at 4:37 pm

      Ricordo la storia della Nuova Coca Cola a cui Pepsi rispose con una pubblicità indimenticabile: Pepsi, un gusto così buono da non dover essere cambiato. Pensavo però che la Coca non fosse tornata sui suoi passi, e abbia continuato a produrre la Coca con la nuova ricetta, che a me sembrava sostanzialmente più dolce. Detto questo de gustibus non est disputandum ed i gusti cambiano con l’età. La Light, che inizialmente mi sembrava imbevibile, dopo l’entusiasmo iniziale per la Zero, ora stranamente mi piace più. Il problema è che ai bar spesso trovi l’una piuttosto che l’altra e quasi sempre è garantita solo la classica, da evitare se ci tieni al peso.

    27. Alfonso Says:
      October 2nd, 2010 at 9:20 pm

      Ok matteo, grazie per la risposta

    28. raffaello Says:
      November 4th, 2010 at 8:57 pm

      Ho bevuto la coca zero 3 ore prima di andare a letto ore 12:00 pm alle 3:00 am mi sono svegliato e NON HO PIU’ DORMITO fino alla notte successiva. Ma cosa ci mettono in sta coca zero???? Con la light non mi era mai successo boh!!

    29. azzo Says:
      June 17th, 2011 at 3:40 pm

      miii quante fregnacce…
      W Internet!

    30. lello Says:
      July 1st, 2011 at 10:50 pm

      dovresti fare il prof di marketing spieghi mooolto meglio dei miei docenti!!!

    31. Luca Says:
      August 5th, 2011 at 10:36 am

      Sinceramente la differenza tra la Coca Cola Light e la Coca Cola Zero la noto. La Coca Cola Zero mi lascia in bocca un gusto quasi di medicina, non mi si leva. Posso lavarmi i denti, bere litri di colluttorio rischiando di perforarmi lo stomaco, ma quel retrogusto di medicina mi rimane. Con la Coca Cola Light non mi succede. E tra la Coca Cola classica e la Coca Cola Light la differenza si nota. La prima, con la sua elevata quantità di zucchero, è appiccicosa… anche in bocca sembra di avere caramello sotto forma di mou. Se devo scegliere? Coca Cola Light. Non ce l’hanno? Ebbene sì, rimetto a posto le cose che ho comprato ed entro in un supermercato dove la posso trovare. Ma la stessa cosa mi succede per altre cose… ad esempio per i Fior di Filetti Cirio, la Sovrana Cirio (INTROVABILE!!!), i Pisellini Primavera Findus o il gelato Luisa della Motta-Perugina. Cerco finché non trovo quello che voglio e il più delle volte mi ritrovo a comprare 1 prodotto da una parte e 1 prodotto da un’altra parte. Il mio sogno segreto? Aprirmi un supermercato per avere i prodotti che voglio tutti nello stesso posto!

    32. stefano1 Says:
      August 30th, 2011 at 12:50 am

      Ciao, non so se capita anche a voi ma io colgo una differenza particolare mentre per la zero dopo un bicchiere mi viene appagato il desiderio, per la light non è così, sento il desiderio di continuare a berla quasi ci fossero sostanze che creano una dipendenza nell’assunzione…mah

    33. Luca Says:
      September 5th, 2011 at 11:04 pm

      La coca zero è imparagonabile come gusto alla light (imbevibile), ed è simile alla coca normale, il vero problema è che se ne bevi molta, come mi confermano nei precedenti commenti e come succede a me, la notte dormi poco. Perchè? Qualcuno mi può aiutare? Grazie

    34. Lala Says:
      October 15th, 2011 at 8:33 pm

      L’articolo è molto interessante ed anche i vostri commenti. Io ero convinta che la differenza tra le due fosse nella caffeina! Qualcuno mi può dire la differenza netta (oltre target e gusto, che secondo me cambia da palato a palato!)?? Nella light e nella zero (non ho letto le etichette) c’è o non c’è caffeina? Grazie! ciao

    35. matteo Says:
      October 17th, 2011 at 7:36 am

      La caffeina c’è in tutte e 2.

      Per avere la coca cola senza caffeina c’è, però mi sa che c’è anche lo zucchero.

      Si chiama proprio “Coca-Cola senza caffeina”, ed è in tutti gli ipermercati.

      Invece sia senza caffeina che senza zucchero mi sa che non esiste proprio!

    36. Alessandro Says:
      October 31st, 2011 at 4:25 pm

      Salve, Coca-Cola Light e Zero sono lo stesso identico prodotto, etichettato e pubblicizzato diversamente; la Light veniva acquistata solo dalle donne, quindi hanno fittiziamemente inventato la Zero per recuperare i maschietti, senza di fatto investire altre risorse, se non di marketing.

    37. fjgk Says:
      November 5th, 2011 at 12:03 pm

      io sono daccordo con giorgia,se voi state cercando questo:fra la cola light ,la cola zero e la coca cola,la migliore é la light.

    38. mary Says:
      December 6th, 2011 at 8:45 pm

      mio marito è diabetico quindi non puo assumere zuccheri,e il diabetologo dice che la zero la puo’ bere mentre la light no…mah…la differenza come gusto c’è pero’ la zero è piu’ schiumosa per riempirne un bicchiere devi versarne mezza bottiglia e poi ha un sapore piu’ amaro simile al chinotto

    39. matteo Says:
      December 7th, 2011 at 10:50 am

      Il dietologo si basa sul nome delle bevande e pensa: “light” avrà meno zuccheri e “zero” avrà zero zuccheri.

      Che peraltro è un ragionamento sensato.

      Ma se gli porti una lattina di coca light, leggendo gli ingredienti, ti dirà che può bere anche quella.

    40. gentili carlo maria Says:
      January 2nd, 2012 at 2:52 am

      vorrei sapere dove in Italia si può trovare (o almeno ordinare)la Coca senza zucchero e senza caffeina (in Olanda l’ ho trovata, ne ho portata qualche lattina a casa, ma ora l’ ho finita). Grazie.

    41. matteo Says:
      January 2nd, 2012 at 3:51 pm

      Devi comprarla su qualche sito USA o Inglese.

      Io consiglio siti inglesi, poiché sono pochissimi quelli USA che spediscono in Italia.

      Devi fare delle prove, ma cercando un po’ lo trovi sicuro qualche sito inglese che te la spedisce.

      Ad esempio puoi cominciare a provare su amazon UK, qui:
      http://www.amazon.co.uk/Diet-Coke-Caffeine-Free-24x330ml/dp/B004I3SHXW/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1325515683&sr=8-1

      Ciao!
      🙂

    42. Micol Says:
      February 3rd, 2012 at 10:41 pm

      Io bevo solo coca-cola zero che non saprei distinguere dalla normale, mentre la light la trovo veramente troppo dolciastra e non riesco proprio a berla..
      Così come la pepsi.. una volta che bevi coca cola, come fai a cambiare?
      Marketing geniale.

    43. barbara Says:
      February 5th, 2012 at 1:20 am

      non so se la fonte può essere attendibile (visto che personalmente non ho controllato le etichette) ma ho letto che la differenza è nell’aggiunta di benzoato di sodio nella light, mentre è assente come conservante nella zero.

    44. carmen Says:
      July 18th, 2012 at 8:02 pm

      Dunque premetto che sono proprietaria di un american bar la light fa schifo a tutti nn la chiede nessuno infatti dopo il primo carico venduto faticosamente in offerta, ho preso sempre e solo coca zero. Il gusto della light è insapore sembra coca sfiatata e allungata con acqua naturale la coca zero è decisamente una bibita indovinata e dal forte carattete. 😉

    45. Nicola Says:
      May 6th, 2014 at 4:12 pm

      La mia idea è che Coca Cola tenga ancora la light perché quella va a occupare una nicchia diciamo parafarmaceutica. Light richiama la specificità dell’integratore alimentare, il banco della farmacia, come il marchio Misura per intenderci. In questo modo Coca Cola tiene un piede in tutti i settori di mercato, anche quelli forse meno redditizi. Tutto sommato però è il karma di Coca Cola che era nata, se non sbaglio, proprio con la vocazione farmacologica.

    46. Daniele Says:
      August 28th, 2014 at 10:01 am

      Hanno… senza H non si può vedere!

    47. Emanuele Says:
      November 5th, 2015 at 6:23 pm

      Io sono, mio malgrado, un grande bevitore di Coca Cola. Ne ho bevuta talmente tanta da poter perfino notare differenze fra la Coca cola in bottiglia di vetro o di plastica (per non parlare della differenza fra l’originale e le sottomarche). Vi posso assicurare che fra coca cola light e zero, non c’è alcuna differenza di sapore. Entrambe queste bevande hanno sostituito lo zucchero col dolcificante, ma il risultato, in entrambi i casi è quello di bere acqua gassata (molto gassata) con un gusto dolce di primo impatto, ma dal retrogusto amaro/acido, che non mi piace affatto. Ho avuto poi modo di cercare in rete e, come avevo presunto, le 2 sono la medesima cosa ma pensate per fasce di mercato differenti: light per il sesso femminile, molto attento alla linea, zero, per il sesso maschile, per cui viene anche spacciata, ultimamente, come “integratore”. Ma sono esattamente la stessa cosa!

    Comments